Annali d'Italia dal principio dell'era volgare sino all'anno 1750, Τόμος 10

Εξώφυλλο
 

Τι λένε οι χρήστες - Σύνταξη κριτικής

Δεν εντοπίσαμε κριτικές στις συνήθεις τοποθεσίες.

Επιλεγμένες σελίδες

Άλλες εκδόσεις - Προβολή όλων

Συχνά εμφανιζόμενοι όροι και φράσεις

Δημοφιλή αποσπάσματα

Σελίδα 224 - Narni, d'Osimo, d'Ancona e di Numana e la Valle chiamata Grande nel territorio di Sutri; e confermò la pace col ducato romano per venti anni avvenire. Oltre a ciò donò al pontefice tutti i prigioni da lui fatti in varie provincie de...
Σελίδα 339 - Carlo Magno. Cambio che tornò anche in sommo vantaggio dell'Italia, perché, quantunque i sudditi dei re longobardi godessero interna quiete e felicità e fossero governati con buone leggi ed esatta giustizia, pure provarono dipoi anche miglior trattamento sotto di Carlo Magno, monarca che in altezza di mente, possanza e dirittura di giudizio superò tutti i re franchi e longobardi.
Σελίδα 350 - Romana ecclesia elevata atque exaltata est, et potestatem in his Hesperiae partibus largiri dignatus est, ita et in his vestris felicissimis temporibus atque nostris, sancta Dei ecclesia, id est, beati Petri apostoli germinet atque exsultet, ut omnes gentes quae haec audierint edicere valeant, '' Domine salvum fac regem, et exaudi nos in die in qua invocaverimus te...
Σελίδα 261 - Chiesa vi significa non l'assemblea de' fedeli, ma i beni temporali consecrati a Dio ; la greggia di Gesù Cristo sono i corpi e non già le anime; le promesse temporali...
Σελίδα 261 - è importante per conoscere il genio di quel secolo e fin dove le persone più gravi sapevano spingere la finzione quando la credevano utile. Nel resto essa è piena di equivochi, come le precedenti. La Chiesa vi significa non l'assemblea de...
Σελίδα 318 - ... posset, dum esset adhuc tiro palatii, ut ei quam vivente illa rex acceperat, aliquo...
Σελίδα 355 - ... in altezza di niente , possanza , e dirittura di giudizio superò tutti i Re Franchi e Longobardi. MANZONI. Allegramente, di bene in meglio, così va la storia. MURATORI. Pag. 372 (a. 777J. — Leone arcivescovo cominciò nell'anno 774 a far da padrone nci!
Σελίδα 290 - Paolo papa, perché egli é nostro padre ed ottimo pastore, e non cessa di operare per la nostra salute, siccome ancor fece papa Stefano suo fratello , con governar noi come pecorelle ragionevoli a lui consegnate da Dio, mostratidosi sempre misericordioso e imitatore di s. Pietro di cui é vicario. Il pregano ancora di voler perfezionare la dilatazione di questa provincia ch'egli avea liberata dalle mani de...
Σελίδα 339 - Carlo Magno. Cambio, che tornò anche in sommo vantaggio dell'Italia, perché quantunque i Sudditi de i Re Longobardi godessero interna quiete e felicità, e fossero governati con buone...
Σελίδα 83 - Quern dominum Italia, patrem atque pastorem, Inde flebile maritum iam viduata gemet. Alia de parte si originem quaeras, Rex fuit avus, mater gubernacula tenuit regni. Mirandus erat forma, pius; mens, si requires, Miranda BI.

Πληροφορίες βιβλιογραφίας